RSS

Cinema of the World: Gaslight (Angoscia) (George Cukor, 1944)

23 Apr

George Cukor – Gaslight (1944)


Cast:
Charles Boyer, Ingrid Bergman, Joseph Cotten…

Plot Synopsis:

Ingrid Bergman won her first of three Oscars for this suspense thriller, crafted with surprising tautness by normally genteel “women’s picture” director George Cukor. Bergman stars as Paula Alquist, a late 19th century English singer studying music in Italy. However, Paula abandons her studies because she’s fallen in love with dapper, handsome Gregory Anton (Charles Boyer). The couple marries and returns to the U.K. and a home inherited by Paula from her aunt, herself a famous singer, who was mysteriously murdered in the house ten years before. Once they have moved in, Gregory, who is in reality a jewel thief and the murderer of Paula’s aunt, launches a campaign of terror designed to drive his new bride insane. Though Paula is certain that she sees the house’s gaslights dim every evening and that there are strange noises coming from the attic, Gregory convinces Paula that she’s imagining things. Gregory’s efforts to make Paula unstable are aided by an impertinent maid, Nancy (teenager Angela Lansbury in her feature film debut). Meanwhile, a Scotland Yard inspector, Brian Cameron (Joseph Cotten), becomes suspicious of Gregory and sympathetic to Paula’s plight. by Karl Williams (allmovie.com)

Sequenze:

I.






II.





*** *** ***


il Morandini:

Nell’Inghilterra vittoriana un gentiluomo persuade la giovane moglie ad abitare nella vecchia casa dove fu assassinata sua zia e, con una diabolica strategia psicologica, la spinge sull’orlo della pazzia finché interviene un ispettore. Tratto dalla pièce Gaslight (1938 – in italiano Via dell’angelo o Luce a gas) di Patrick Hamilton, già filmato nel 1939 da Thorold Dickinson, è un venerando melodramma psicologico, non privo di artifizi, che conta soprattutto come saggio di manipolazione psicologica e per la recitazione. La sapienza registica di Cukor fa il resto. 7 nomination e 2 Oscar per la Bergman e la scenografia. (mymovies.it)

Ingrid Bergman…

Attrice svedese. Volto di una intensa e pacata bellezza, occhi che sanno esprimere amore in ogni fotogramma, grande interprete sia di ruoli leggeri da commedia sia di densi personaggi drammatici, subito nota come «il più illustre regalo della Svezia a Hollywood», rimane orfana da bambina, ma grazie a uno zio può frequentare la scuola d’arte drammatica del Teatro reale di Stoccolma e debutta nel cinema nel 1935 interpretando ben cinque film in un solo anno. Notata nel ruolo della violinista in Intermezzo (1936) di G. Molander (…) è invitata a Hollywood, dove nel 1939 debutta nello stesso ruolo nel remake del film a opera di G. Ratoff. Il film non è un grande successo, ma la sua grazia e la sua bravura colpiscono il pubblico e nel giro di pochi anni diviene una star di prima grandezza, specializzandosi (a parte il ruolo di prostituta, da lei stessa richiesto, in Il dottor Jekyll e Mr. Hyde, 1941, di V. Fleming) in ruoli romantici che interpreta con grande partecipazione e intensità. Dall’appassionata Ilsa, che rinuncia al grande amore per i suoi doveri di moglie di un eroe, nel celeberrimo Casablanca (1942) di M. Curtiz, all’eroina orfana che lotta per la causa repubblicana in Per chi suona la campana (1943) di S. Wood, dalla patetica Paula, costretta a improvvisarsi detective per scoprire le indegne trame del marito in Angoscia (1944) di G. Cukor… (Garzantina del Cinema, mymovies.it)

Link nei commenti

 
3 commenti

Pubblicato da su 23 aprile 2011 in Cinema

 

Tag:

3 risposte a “Cinema of the World: Gaslight (Angoscia) (George Cukor, 1944)

  1. Rod Delarue

    23 aprile 2011 at 01:32

    George Cukor – Gaslight (1944)
    Link (dvdrip. v.o. Subtitles: English, French, Italian and Spanish)
    http://avaxhome.ws/video/genre/thriller/gaslight_dvdrip.html
    Oppure:
    http://www.worldscinema.com/2010/05/george-cukor-gaslight-1944.html

     
  2. Blumy

    29 giugno 2011 at 17:10

    sono tutte foto di repertorio, mi sembra … come le hai avute ?

     
    • circeo59

      29 giugno 2011 at 21:35

      Le ho ricavate io grazie a un software che permette di trasformare una sequenza (quella ad esempio che ho ritagliato) in immagini e nel formato che preferisci.
      Il software in questione si chiama Tmpgenc.Xpress ma ne esistono tanti…

      Ciao

       

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: