RSS

Lettere a Mefistofele: 23 giugno

23 Giu

23 giugno

Adesso ricordo qualcosa

Hanno appena fatto l’amore e sono usciti di casa per andare al bar. Si sono seduti.
Lui le legge ad alta voce una poesia che parla di Milano.
Lei lo ascolta. Le piacciono i versi anche se non capisce l’italiano. Ha uno sguardo magnifico.
Adesso ricordo anche che lei si sta procurando un manuale di italiano e che vuole che io glielo insegni.
Nel primo pomeriggio avevano fatto l’amore.

C’era un camino acceso nella sua stanza. Una tappezzeria che si scollava e che lei avrebbe voluto cambiare. Suo fratello occupava la stanza di fianco.

Amava i fiori e gliene avrei regalati. Fumava, mentre, fosse stato per me, io non avrei mai e poi mai iniziato.
Mi ha regalato una foto.

Avevano fatto l’amore e lui era impacciato.
Erano usciti di casa e lei era bellissima.

Avevo in mente un’infinità di progetti.
Mi sembrava che mi desse retta.

I regali sarebbero incominciati il giorno stesso e finiti a Natale, per poi riprendere a Santo Stefano e continuare.

Avevano fatto l’amore e lui era impacciato.
Aveva avuto paura di offenderla…

Letto e approvato, anche se con qualche riserva.

Il suo Edit.


Artwork by Chad Wys (behance.net)

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 23 giugno 2010 in Letteratura

 

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: