RSS

Architetture del vuoto (Parte seconda: 1991-1997); IX “E adesso dimmi a cosa è servito…”

20 Set

Photo Vartan.2 (photodom.com)
Photo Vartan (photodom.com)

IX

E adesso dimmi a cosa è servito
aver toccato insieme il fondo
e aver sfiorato l’infinito,
se adesso, battendo i denti,
tu pronunci a fatica
la tua frase odiosa:
tra noi due è finita.

A cosa è servito
aver dormito insieme
sui treni, negli aeroporti,
nelle mansarde, negli alberghi sporchi,
aver fatto e disfatto le valigie,
aver colmato le attese
e bruciato i minuti,
se adesso, dimmi, dopo aver bevuto,
di noi due ti ricordi appena,
ti sfugge il nesso di ogni frase,
non riconosci una scena.

A cosa è servito
esserci stretti l’uno all’altro
quando faceva freddo
ma inutilmente,
esserci persino scambiati i vestiti
perché non avevamo niente,
aver sofferto tanto
pur di crederci felici,
se adesso, dimmi, con lo sguardo
assente, tu mi osservi, annuisci:
il nostro giro del mondo
è una mia invenzione,
noi non abbiam toccato il fondo,
è stata tutta un’illusione.

Adesso mi ripeti:
che cosa vuoi che ti dica?
Non dovevamo incontrarci.
La nostra storia è finita.
A cosa serve pensarci?

Photo Vartan.3 (photodom.com)
Photo Vartan (photodom.com)

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 settembre 2009 in Letteratura

 

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: