RSS

Quando ti trovi in città ad agosto… Frammenti di un monologo al femminile. VII

24 Ago

creatures
Endre Rozsda – Créatures (inchiostro su carta, 1958 circa)

VII

E vorrei chiederti
sinceramente adesso:
non hai paura anche tu
come me di invecchiare?

Non temi che tutto
quello che facciamo
non porti a niente?
E non sappiamo bene
neppure noi perché.

Io quando vedo
la mia giornata che se ne va
in mille occupazioni strane,
inutili…
Non ho mai un attimo
per fermarmi e poi
ne avrei paura.

Devo arrivare a casa
stanca, sfinita.
Che mi si chiudano gli occhi
in fretta e non abbia tempo
per pensarci.
Domani mi propongo
sempre di farlo.

Devo potermi mentire,
dire di essermi gettata
sulle cose,
fatto questo, quest’altro,
visto e conosciuto.
Non posso affrontare
un attimo disarmata
ed ammettere a me stessa
e agli altri di essere all’oscuro
di quello di cui si parla.

Quante cose si dicono
che io non devo ignorare!

Quanto tempo ho per me
e quanto davvero ne vorrei avere?

*** *** ***

Ma domani mi ubriaco.
Perché voglio essere una donna
ubriaca. Priva di senso
fino in fondo. Volgare.

Si è mai visto girare
per la strada una donna
con le mani in tasca come me?
Che si ferma a tutti
gli specchi per osservarsi.

Mi sento sempre sui vetri.
Sulle vetrine dei negozi.

E sono contenta
di non vedermi bene,
di avere i contorni sfumati
dell’ombra
che mi abbelliscono.

*** *** ***

“Son già così vecchia!”
E’ questo quello che devo
imparare a dire?
Quello che tutti dicono.

Dirò anch’io adesso:
“Ho conosciuto i momenti difficili
che ora vivete voi”.
“Anch’io mi illudevo, credevo,
li ho passati e poi…”
“Mi sono detta, ho capito:
si invecchia”.

La conosco bene questa saggezza.

“Credevo che il tempo passasse
solo per gli altri e non per me”.
“Mi affacciavo alla finestra
e vedevo le giornate di aprile.
Tutti i mesi ho osservato”.
“Ho imparato a osservare, a dire,
a dialogare con me…”

Penso che ci siano altre
migliaia e migliaia di donne
che si affacciano come me
dalla loro stanza a quest’ora.
Ma questo pensiero
non mi consola.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 24 agosto 2009 in Letteratura

 

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: