RSS

Scherzo parigino (cap. II-III)

29 Giu

Lanterne
Lanterne (parisdailyphoto.com)

II

Affabulazione. Sogno. Sogno di una notte d’inverno.
Adesso che ho incominciato a scrivere, continuerò sul serio.
Dovevano essere i primi di gennaio: una domenica mattina a Parigi.
A strapparmi dal sonno non erano stati tanto i gatti e i topi alle prese con le loro magagne quanto i passi felpati della mia vicina, una novantenne bretone che, proprio la domenica mattina, era solita dare una pulita oltre che alla sua mansarda, attigua alla mia, anche allo stretto corridoio che ci separava: una spolverata allo zerbino del mio ingresso e, con quel pretesto, verificava se io mi trovavo in casa.
Una bretone ai cui occhi Bretagna rimava con campagna, secondo la quale chi non era parigino era un villico o uno zotico; una bretone il cui marito era stato un grande fumatore ed era morto di una malattia ai polmoni.
Lei si sentiva rincuorata, sapendo che io ero in casa: ne aveva la certezza annusando l’aria e respirando il fumo che filtrava dall’uscio della mia mansarda.
Non potevo far finta di non esserci e sottrarmi ai convenevoli. Al colpo del bastone della sua scopa sulla porta, come al rintocco di una campana, dovevo aprire e chiederle se aveva bisogno di qualcosa: “Dello zucchero ne ha ancora?” “Vuole del pane?” “Ho una fetta di torta che non vorrei cha andasse a male”…
Non accettava mai nulla. Le bastava sapere che io mi trovavo in casa e che nel caso in cui le fosse successo qualcosa…
Dormiva di notte tranquilla, sapendo che alla mia porta poteva sempre bussare.

Jour après jour - Annie Mallégol
Jour après jour-Annie Mallégol (“Libération”)

III

Adesso che ho incominciato a scrivere, andrò fino in fondo.
L’idea di uccidere si era impadronita di me senza che me ne rendessi conto.

Avevo chiuso in modo brusco la porta in faccia alla mia vicina, seccato dal fatto che non accettasse mai nulla da me, e mi ero messo a pensare.

Ero uscito di casa.
Mi ero diretto verso la più vicina stazione della metropolitana.
Avevo deciso di recarmi al mercato delle pulci di Montreuil.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 29 giugno 2009 in Letteratura

 

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: